BUILDING CAPACITY: INTERNATIONAL ADVANCED TRAINING COURSE ON GIAHS
(Globally Important Agricultural Heritage Systems)

Per la valutazione della resilienza in tre diversi scenari socio-ambientali e bio-culturali: Africa, Asia e America Latina.

delimiter image

Il progetto mira a promuovere la conoscenza dei sistemi del patrimonio agricolo e paesaggistico tradizionale, sostenendo il programma GIAHS della FAO, attraverso attività di formazione e ricerca, in particolare nei paesi prioritari dell’agenzia italiana per la cooperazione e Sviluppo. Il programma GIAHS si rivolge all’identificazione a livello mondiale di sistemi agro-silvo-pastorali che riflettono l’ingegno dell’adattamento umano all’ambiente, esprimendo la ricchezza della diversità bioculturale e il rapporto tra uomo e natura, in grado di sostenere i mezzi di sussistenza per le comunità locali.

Il progetto
Operare nel quadro più generale dello sviluppo rurale nei paesi in via di sviluppo, in particolare è legato al sostegno alle comunità rurali in aree in cui la conservazione dei paesaggi agricoli tradizionali associati alla produzione di alimenti di qualità può rappresentano un valore aggiunto non riproducibile dal concorso, che può essere migliorato.
Creazione di professionisti
In questo contesto, è particolarmente necessario creare professionisti in grado di identificare e gestire i siti GIAHS. Questo tecnico deve possedere le abilità necessarie all’applicazione dei principi dinamici di conservazione per assicurare il mantenimento delle conoscenze tradizionali relative alla produzione alimentare, dei valori culturali delle comunità locali, della diversità bioculturale e delle caratteristiche del paesaggio
Il programma GIAHS
L’iscrizione dei paesaggi agricoli nel programma GIAHS si svolge spesso nel contesto dei processi di pianificazione nazionale e regionale volti a preservare e valorizzare questi siti, e l’iscrizione comprende la preparazione di un piano d’azione per la gestione del sito. L’attività di ricerca, parte del progetto, intende individuare nei paesi prioritari dell’agenzia italiana per la cooperazione e lo sviluppo, potenziali siti da inserire nel programma GIAHS della FAO. Questa parte di ricerca del progetto si svolgerà attraverso indagini preventive, avvalendosi delle competenze scientifiche sviluppate per la creazione del registro nazionale italiano dei paesaggi rurali storici.
AICS
Il progetto è finanziato dall’agenzia italiana per lo sviluppo e la cooperazione (AICS – www.aics.gov.it/language/en). L’Agenzia è la piattaforma operativa del sistema di cooperazione italiano ed è chiamata a svolgere attività connesse con l’elaborazione, lo sviluppo, il finanziamento, la gestione e il controllo delle iniziative di cooperazione internazionale. L’agenzia cerca di partecipare al dibattito globale sulle questioni di sviluppo, e di agire come un importante attore nel perseguimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile.

OBIETTIVI DEL PROGETTO

delimiter image

L’obiettivo generale del progetto è quello di promuovere la conservazione dei paesaggi agricoli tradizionali, contribuendo al miglioramento della qualità della vita e del lavoro delle comunità rurali, riducendo l’abbandono e l’emigrazione, promuovendo la qualità alimentare e la sicurezza e migliorare il reddito degli agricoltori. Questi obiettivi saranno conseguiti seguendo i principi dello sviluppo sostenibile e della conservazione dinamica, valorizzando il ruolo dell’Italia per sostenere il programma GIAHS, così come la pianificazione e la conservazione dei sistemi del patrimonio agricolo. Si effettuerà l’individuazione e la definizione degli orientamenti per la conservazione e la gestione dei sistemi del patrimonio agricolo in grado di adattarsi a diversi ambienti e climi, al fine di preservare la diversità bioculturale e l’agro-biodiversità, per mantenere i valori culturali, la conoscenza tradizionale e le caratteristiche del paesaggio. Il progetto prende come riferimento scientifico, il programma FAO “Globally Important Agricultural Heritage Systems”, i valori stabiliti dal programma e le caratteristiche dei paesaggi registrati. Più in generale, il progetto intende anche promuovere la sensibilizzazione di questi temi nel pubblico in generale, gli amministratori e gli studiosi, per sviluppare una maggiore attenzione e sensibilità per il continuo degrado e la progressiva scomparsa dei paesaggi agricoli tradizionali.

Gli obiettivi specifici del progetto sono legati all’effettuazione di master universitari per studenti provenienti dai paesi prioritari dell’agenzia italiana per la cooperazione e lo sviluppo, e per individuare e mappare i potenziali siti GIAHS nei paesi prioritari. La formazione sarà basata non solo sulle competenze scientifiche del laboratorio sul paesaggio e il patrimonio culturale del GESAAF, ma prenderà i siti del registro nazionale dei paesaggi rurali di interesse storico come esempi di strategie di gestione per la conservazione dei sistemi del patrimonio agricolo. Il laboratorio ha sviluppato un memorandum d’intesa con il programma GIAHS della FAO nel 2012, rivolto specificamente allo sviluppo di una formazione accademica sul programma GIAHS. I partecipanti al corso di formazione avranno l’opportunità di visitare diverse aree di studio in Italia, appartenenti al registro nazionale dei paesaggi rurali storici e delle pratiche agricole tradizionali, e di imparare ad applicare i principi e le dinamiche della conservazione e lo sviluppo sostenibile per la pianificazione e la gestione dei paesaggi agricoli tradizionali, e come attivare le proposte per includere i sistemi del patrimonio agricolo nel programma GIAHS. Il progetto mira inoltre ad individuare e mappare i paesaggi agricoli potenzialmente in grado di applicare per il programma GIAHS, studiando le caratteristiche dei siti già registrati e quindi identificando le aree con caratteristiche simili nei paesi prioritari del Agenzia italiana per la cooperazione e lo sviluppo. Infine, l’obiettivo è anche quello di creare un centro di alta formazione su questi temi presso l’Università di Firenze, che possa affermarsi a livello internazionale anche oltre la fine del progetto.

  • Activity A1: University Master Course, 1 Level, on agricultural heritage systems.
  • Activity A2: identification of potential GIAHS sites in the Priority Countries.
  • Activity A3: communication and dissemination of the results of the project and the opportunities offered by the GIAHS program.
Expected main results:
  • R1: To train professionals able to identify, manage and submit applications for the FAO GIAHS program.
  • R2: Identification of potential GIAHS sites in the Priority Countries of the Italian Cooperation Abroad Program
  • R3: Contribute to spread the knowledge about agricultural heritage and the FAO GIAHS program at international level.

MAIN ACTIVITIES AND EXPECTED RESULTS

delimiter image